10 cose da non perdere a Singapore

Singapore è una città moderna e multietnica che saprà stupirvi. Il suo skyline è degno di nota, quando scende la sera e le luci si accendono, Singapore esplode di colori.

Ma cosa vedere durante la vostra esplorazione?

Nell’articolo Come organizzare un viaggio a Singapore abbiamo visto come arrivare nella famosa città-stato asiatica, ora vediamo insieme 10 cose che non potete assolutamente perdervi durante la vostra visita.

Lo spettacolo di luci e giochi d’acqua del Marina Bay Sands

Spectra, questo è il suo nome, è lo spettacolo di luci laser e giochi d’acqua del Marina Bay Sands.

Si svolge alle 20 e alle 21 ogni sera, tranne il venerdì e sabato, anche alle 22, ed è sicuramente uno spettacolo da non perdere se state passeggiando lungo Marina Bay.

Arrivando prima del tramonto troverete uno spiazzo per posizionare un eventuale cavalletto.

Spectra dall’altro lato di Marina Bay

La linea MRT di Bayfront è la più comoda.

La vista sulla baia dallo Skypark del Marina Bay Sands

Progettato dall’architetto israeliano Moshe Safdie, il Marina Bay Sands non è solo un hotel, ma comprende anche un casinò, centro commerciale, teatro e museo.

Mentre alla piscina sulla piattaforma sospesa possono accedere solo gli ospiti dell’hotel, è possibile godersi il panorama dall’alto al solo costo di un drink.

La scelta è infatti fra il CE LA VI, il bar panoramico sulla piattaforma, oppure semplicemente l’accesso al Sands SkyPark e al suo Observation Deck.

Vista della piscina dallo Skypark

CE LA VI o Skypark?

Noi abbiamo scelto di pagare la salita al Sands SkyPark, perché eravamo più interessati a scattare foto che a sorseggiare cocktail, e per le nostre esigenze la scelta è stata vincente.

Non tutti i tavolini del CE LA VI hanno una bella vista, inoltre i due ambienti non sono comunicanti, e il CE LA VI rimane più rientrato rispetto allo Skypark.

Per una vista perfetta del panorama noi consigliamo lo Skypark.

Salendo un po’ prima del tramonto potrete apprezzare le variazioni di luce e muovervi a piacimento, senza limiti di orario, sia dal lato città che dal lato Gardens by the Bay per ammirare gli spettacoli di luci e suoni dall’alto.

Per il CE LA VI, invece, attenzione al Dress Code, che dalle 18 proibisce pantaloncini, canottiera e infradito, prenotazione consigliata se volete i tavoli migliori.

La linea MRT di Bayfront è la più comoda.

Lo spettacolo ai Gardens by the Bay

Ai Gardens by the Bay siamo ai giardini botanici del futuro: “Supertrees” tecnologici in calcestruzzo e acciaio rivestiti di decine di migliaia di piante, che sono in realtà le turbine di scarico delle serre.

A 22 metri di altezza una passerella, la OCBC Skyway collega sei Supertrees al Supertree Grove.

Non perdetevi lo spettacolo del Garden Rhapsody: ogni sera dalle 19.45 alle 20.45 gli alberi si illuminano e i colori cambiano a ritmo di musica.

I Gardens by the Bay ospitano anche due serre che riproducono 2 climi diversi e relativa vegetazione.

Le due serre dei Gardens by the Bay

Solo l’ingresso alle serre e la salita alla passerella OCBC sono a pagamento, potrete invece godervi lo spettacolo dei supertrees gratuitamente.

La linea MRT più comoda per arrivare qui è Bayfront

Il simbolo di Singapore, il Merlion

Diventato il simbolo di Singapore grazie ad un’abile campagna di marketing, il Merlion è una creatura metà pesce e metà leone. Vale la pena arrivarci anche solo per la vista su Marina Bay.

La linea MRT più comoda per arrivare qui è Raffles Place

Colori e profumi a Little India

Uno dei quartieri che più ci hanno affascinati, Little India è un tripudio di colori, profumi, stoffe e abiti preziosi, gioielli, spezie e cibo.

Potrete perdervi fra templi indù e centri commerciali, come ad esempio il Tekka Centre.

Al piano terra il Tekka Centre ospita bancarelle gastronomiche, mentre al piano di sopra ci si tuffa negli abiti indiani, in stoffe preziose e ricamate con fili d’oro, in sarti che creano e cuciono abiti sul momento con le loro vissute macchine da cucire, in tessuti, sari e decori vari.

Decorazioni indiane per tessuti

La linea MRT più comoda per arrivare qui è Little India

Storia e cucina a Chinatown

Una fra le enclavi cinesi più grandi al mondo si trova qui, a Singapore.

A Chinatown troverete cucina autentica, potrete apprendere un po’ di storia nel suo museo, potrete ammirare il bellissimo Buddha Tooth Relic Temple, che ospita la controversa reliquia di un dente di Buddha, e fare shopping alle varie bancarelle di souvenir delle stradine interne.

Il Buddha Tooth Relic Temple

Sul muro posteriore del tempio taoista Thian Hock Keng potrete anche ripercorrere la storia dell’arrivo degli immigrati cinesi, tramite il murales di Yip Yew Chong. Scaricate la app Loco-Mole per i dettagli.

Un particolare dei murales di Yip Yew Chong

Poco lontano potrete salire per un prezzo simbolico sulla terrazza panoramica al 50° piano del Pinnacle@Duxton, una serie di grattacieli uniti da ponti sospesi.

Vista dei grattacieli Pinnacle@Duxton

La linea MRT più comoda per arrivare qui è Chinatown.

Vista mozzafiato dal Singapore Flyer

Per ammirare la città dall’alto, potete prendere in considerazione, il Singapore Flyer, la ruota panoramica di Singapore, alta 165 metri, la seconda più alta del mondo.

Aperto dalle 8.30 alle 22.30, il giro dura circa 30 minuti.

La linea MRT più comoda è Promenade.

Moschee e tessuti a Kampong Glam

L’attrattiva più importante di questo quartiere è la bellissima Sultan Mosque: con la sua cupola dorata è la più grande moschea di Singapore.

Arrivando verso la moschea potrete deliziarvi di cucina mediorientale: si susseguono ristoranti marocchini, libanesi, turchi…

Se poi, come me, amate cucire, Arab Street con i suoi mille negozi di tessuti vi impegnerà diverse ore, alla ricerca di batik, pizzi e seta, addirittura vi troverete pura seta italiana. Qualche affare poi, coi resti di magazzino, riuscirete anche a farlo.

La linea MRT più comoda è Bugis.

Relax ai Giardini Botanici

Sentite la necessità di un po’ di natura? Ai Singapore Botanical Gardens troverete la vostra oasi di relax.

Il National Orchid Garden, con le sue migliaia di specie di orchidee saprà stupirvi, senza contare gli scorci di foresta pluviale.

Assaporare la cucina multietnica

Le bancarelle gastronomiche sono entrate a pieno titolo nel patrimonio culturale e culinario di Singapore. Addirittura ci sono bancarelle gastronomiche stellate, come Hong Kong Soya Sauce Chicken Rice&Noodle, con una stella Michelin al Chinatown Complex. Sarà buonissimo ma noi non l’abbiamo provato, troppo affollato!

Ogni cultura viene rappresentata in queste bancarelle, che sono una fonte di street food straordinariamente a buon mercato.

L’interno di un ristorante coreano

Che sia una bancarella indiana, cinese, coreana, indonesiana, thailandese, non rimarrete delusi. Alcune indicazioni sulle bancarelle le trovate qui.

E se non vi basta?

Allora possiamo aggiungere l’isola di Sentosa, lo zoo di Singapore, il Night Safari, il SEA acquarium, Orchard Road – la via dello shopping, Fort Canning Park, il National Museum, il Peranakan Museum, la National Gallery, Geyland Rd e le sue antiche shophouse

Insomma ce n’è per tutti i gusti, a Singapore non potete assolutamente annoiarvi!

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *