Guida a Holbox, un’isola premoderna

Se non avete mai sentito parlare dell’isola di Holbox è perché è molto meno famosa di Isla Mujeres e Cozumel. Non per questo è meno bella.

Ecco una guida completa a Holbox: quando andare, come arrivare, dove alloggiare e cosa fare.

C’è da dire che solo una sottile striscia di sabbia che si affaccia sul Mar dei Caraibi viene attualmente sfruttata dal turismo. Forse questo ha contribuito a limitare l’avanzare del turismo di massa, per lasciare spazio ai viaggiatori, fai da te e non, in cerca di tranquillità.

Le strade sabbiose e i pittoreschi edifici caraibici sono un rifugio dai palazzoni e dal caos di Cancún.

Quando andare

Il clima è caldo tutto l’anno con la stagione secca che va da dicembre ad aprile e la stagione piovosa da maggio a novembre. Settembre e ottobre insieme a giugno sono i più piovosi, e fra agosto e novembre c’è anche il rischio di uragani.

Nella stagione piovosa il sole è comunque presente perché le piogge sono solitamente sotto forma di rovesci pomeridiani.

Può però capitare una settimana particolarmente brutta, soprattutto durante i mesi più piovosi, in quel caso noi consigliamo di cambiare meta, perchè Holbox con le forti piogge diventa un vero acquitrino e non riuscireste a godervela al meglio.

Il periodo migliore per godere del sole pieno è nella stagione secca, febbraio, marzo e aprile sono sicuramente i mesi perfetti per questa destinazione.

La nostra esperienza

Noi siamo stati qui ad inizio giugno e purtroppo il tempo è stato pessimo. Un temporale, durato senza sosta l’intera giornata e la notte dopo il nostro arrivo, ha completamente allagato l’isola, rendendo tutti i sentieri di sabbia argillosa dei veri canali d’acqua melmosa alta 20 centimetri, e i marciapiedi sono solo in centro. Per fortuna avevamo i nostri sandali da trekking in gomma, ma non è stato affatto piacevole camminare per chilometri nell’acqua fino alle caviglie, senza poter neanche vedere dove mettevamo i piedi.

Senza contare i nugoli di zanzare fameliche che ci assalivano da ogni lato: un buon repellente è sempre obbligatorio qui.

Purtroppo è stato impossibile intraprendere qualunque attività in queste condizioni, tutte le escursioni vengono annullate.

Strade allagate nel centro di Holbox, ma fuori dal centro non ci sono marciapiedi…

Come arrivare

Holbox si trova sulla punta nord est dello stato del Quintana Roo, a circa 2 ore e mezza da Cancún.

In auto

In auto vi si accede imboccando la Ruta de los Cenotes, la 5, fino a Chiquilá: dal suo porto fanno la spola i traghetti che raggiungono Holbox in neanche 30 minuti.

In prossimità del porto ci sono molte aree di parcheggio, all’interno di cortili privati, in cui è possibile lasciare in custodia la vostra auto a noleggio a prezzi modici standard per tutti.

In bus

Se avete necessità di arrivare in bus, sul sito di Ado trovate gli orari.

I traghetti

Ci sono due compagnie che si alternano per partenze ogni mezzora per tutto il giorno al prezzo di 150 pesos a testa: 9 Hermanos e Holbox Express. I biglietti non possono essere prenotati in anticipo, qui trovate tutti gli orari aggiornati. Le compagnie si equivalgono, prendete la prima che parte al vostro arrivo.

In aereo

Se preferite un volo privato, la compagnia Aerosaab propone la tratta da Cancún a Holbox per poco più di 700$ fino a 5 persone.

Come spostarsi

Sull’isola le stradine sono di sabbia, ci si muove a piedi oppure in bicicletta, ma il mezzo più usato, soprattutto se avete bagagli e non siete vicini al centro, è il carrito, i golf cart taxi.

Potete anche noleggiare i carritos, ad esempio da Rentadora El Brother in Av. Tiburón Ballena, a nord della piazza.

Dove alloggiare

Anche se piccola, Holbox offre molte possibilità di pernottamento. Ci sono opzioni per tutte le tasche, anche se i prezzi degli alloggi sono più alti rispetto alla media del paese, quindi aspettatevi di pagare di più per meno.

Se il vostro obiettivo è quello di rilassarvi in spiaggia comodamente sdraiati sul lettino, il consiglio è quello di scegliere un hotel fronte mare, anche se i prezzi così si alzano di molto.

Tenete presente che, in alcuni punti della spiaggia, la strada è proprio fra il mare e gli hotel, quindi valutate bene la posizione e le foto sui siti degli hotel e su Google Maps, se non volete ammirare il traffico dei golf cart invece del mare.

Gli hotel che non sono fronte mare non hanno invece un posto spiaggia e noi a giugno abbiamo fatto molta fatica a trovare delle sdraio in buono stato da affittare.

Valutate anche la distanza dal centro se non amate troppo camminare, alcune strutture sono più distanti e se non offrono la colazione sarete costretti a fare su e giù dal centro 3 volte al giorno. Questo a meno che non abbiano a disposizione delle golf cart per accompagnare gli ospiti: i taxi vuoti difficilmente percorrono le strade lontano dal centro.

Per le vostre ricerche potete usare Booking.

Meta last minute?

Soprattutto in alta stagione vi sconsigliamo di arrivare sull’isola senza una prenotazione confermata, non è il tipo di isola in cui trovare affari last minute.

La nostra scelta

In un desiderio di risparmio ma di comfort di base, abbiamo scelto Villa Los Mangles, a 71$ a notte per la doppia più economica.

Si tratta di una struttura carina, ma purtroppo in seconda linea dal mare (circa 100 m) quindi nessun posto spiaggia. Si trova a circa 10/15 minuti a piedi dal centro e la colazione non è compresa. La camera era pulita e confortevole, ma nulla di lussuoso, dotata di microonde, tostapane e macchinetta del caffé. Purtroppo era totalmente invasa dalle zanzare a causa della pioggia torrenziale che abbiamo preso.

Dove mangiare

In centro, soprattutto in piazza, c’è molta scelta, anche se non si può dire che il cibo sia economico.

Noi abbiamo apprezzato molto la cucina del Restaurante Milpa. A poca distanza dalla piazza principale di Holbox, questo ristorante molto raffinato propone piatti degni di un ristorante stellato. Accostamenti inusuali e sapori originali per un conto ragionevole. Anche lo staff è da segnalare per estrema professionalità e gentilezza.

Cose da fare e vedere

Rilassarsi in spiaggia

Meglio ancora se avete un hotel fronte mare: le palme e gli ombrelloni sono solo nelle loro spiagge private altrimenti non c’è un filo d’ombra. La spiaggia libera in molti punti è ridotta a un paio di metri di spiaggia compattata.

Nuotare con gli squali balena

Da giugno a settembre è possibile prendere parte ad un’escursione per nuotare con questi fantastici animali acquatici. Trovate tutti i dettagli nell’articolo: Nuotare con gli squali balena in Yucatán – Messico

Tour delle 3 isole

Holbox ospita più di 150 specie di uccelli, è possibile prendere parte a escursioni organizzate per visitare Isla Pájaros, Isla Pasión e il Cenote Yalahau.

Andare alla ricerca dei fenicotteri

Per avvistare i fenicotteri a volte basta percorrere la spiaggia a piedi fino a Punta Mosquito.

Fare snorkeling a Cabo Catoce

Si tratta della punta orientale dell’isola di Holbox dove potrete vedere molte specie marine autoctone. Di solito l’escursione comprende il pranzo a base di ceviche di pesce fresco.

Fare kayak fra le mangrovie

Le mangrovie sono un habitat molto esteso a Holbox. È possibile prendere parte a un’escursione in kayak con guida per esplorarle. Attenzione ai coccodrilli!

Vedere le mante

Ci è stato spiegato che quando gli squali balena sono in avvicinamento, praticamente “spingono” le mante a riva, noi abbiamo avuto la fortuna di vederle nuotare nell’acqua bassa vicino ai nostri piedi.

Ammirare la bioluminescenza

Dotandosi di torce e spostandosi sulla spiaggia in zone prive di luci artificiali, è possibile ammirare il fenomeno della bioluminescenza. Nelle notti senza luna è ancora più visibile.

Godersi il tramonto

Da Punta Cocos ammirerete dei tramonti stupendi. Da qui nelle notti senza luna è anche visibile il plancton bioluminescente.

Farsi i selfie sulle caratteristiche amache

I nostri consigli

  • A Holbox non ci sono banche, solo un paio di bancomat in centro, che non sempre sono funzionanti, vi consigliamo di arrivare già con i contanti che vi possono servire. Non tutte le strutture accettano pagamenti con carta di credito.
  • Dotatevi di torcia perché di sera, se il vostro hotel non è in centro, non c’è illuminazione, e vi sarà utile anche in caso di black out.
  • Soprattutto se viaggiate nella nostra estate, dotatevi di adeguato repellente contro le zanzare, meglio se a base di Deet al 50%, sono ovunque, e molto affamate.
  • Non aspettatevi un wifi di qualità sull’isola.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *