I nostri consigli per guidare a Malta

I nostri consigli per guidare a Malta

3 Febbraio 2020 18 Di Sara S

Ultima modifica il

In fase di organizzazione del nostro tour di Malta, a noi era stato caldamente sconsigliato di affittare un’auto, ecco perché ho deciso di scrivere alcuni consigli per guidare a Malta.

Certamente posso capire il motivo per cui il noleggio auto venga generalmente sconsigliato.

Ma, benché questo sia valido nei mesi estivi, sicuramente congestionati, in inverno, e soprattutto durante le festività natalizie, poter disporre di un’auto per gli spostamenti è pressoché indispensabile.

Quindi auto a noleggio sì o no?

E se si opta per il noleggio, a cosa prestare attenzione nello stipulare il contratto di noleggio?

Quale tipo di auto scegliere? E com’è guidare a Malta?

In questo articolo risponderemo a queste e altre domande e vedremo i nostri consigli per guidare a Malta in tutta sicurezza e tranquillità.


Vedi anche: Malta in inverno: perché scegliere questa stagione e cosa fare.

Noleggiare un’auto a Malta: sì o no?

Per decidere se noleggiare un’auto oppure no a Malta vale la pena di considerare alcuni fattori.

Qual è la stagione di visita? Dove si trova l’alloggio? Quali attrazioni si desidera vedere? Quanto tempo avrete a disposizione? Ma anche, avete mai guidato a sinistra?

La patente italiana è accettata, con necessità di documento di identità e carta di credito non prepagata.

Considerare la stagione di visita

Fra le considerazioni sul noleggio, questa è sicuramente fra le più importanti.

Se pensate di venire a Malta in piena estate, a luglio e agosto, capisco per quale motivo si sconsigli il noleggio.

Sicuramente non è il momento migliore per guidare un’auto, ma dovrete mettere sul piatto della bilancia tutti i pro e contro.

Pro

Certamente l’indipendenza e la libertà di girare l’isola a piacimento.

Contro

Molte strade sono strette, il traffico in molte zone dell’isola è sostenuto, se non addirittura congestionato.

La guida dei maltesi non è affatto tranquilla e il grande afflusso turistico non fa che peggiorare il tutto. A tutto questo sommiamo la mancanza di parcheggi.

Forse in questo caso, il noleggio, a meno di particolari necessità non sarà il modo più rilassante di trascorrere la propria vacanza.

C’è anche da dire che gli autobus che percorrono l’isola sono frequenti ed economici, oltre che abbastanza capillari.

Al diminuire dell’afflusso turistico dopo la stagione estiva, e andando verso l’inverno, direi che però il discorso cambia.

Il traffico diminuisce mentre con l’arrivo delle festività natalizie anche le frequenze degli autobus diminuiscono sensibilmente.

In queste condizioni diventa molto più fattibile noleggiare un’auto, oltre che comodo ed economico.

Considerare la posizione dell’alloggio

Va da sé che, se alloggiate nei dintorni di Valletta, Sliema, oppure anche sulla costa sud a Marsaskala e Marsaxlokk, gli autobus saranno più frequenti e comodi.

I bus percorrono un po’ tutta l’isola, ma se vi trovate in una zona non servita dai mezzi pubblici allora sarete costretti a noleggiare.

Cliccando sul link di Malta Public Transport potete verificare le zone toccate dagli autobus una per una oppure la mappa generica a questo link.

La mappa generica dei trasporti è poco precisa ma vi permette di situarvi per fare poi la ricerca specifica per linea. La trovate anche in ogni punto informazioni.

Considerare le attrazioni che si vogliono visitare e in quanto tempo

Volendo visitare le città oppure altre zone, come le Dingli Cliffs, che sono comunque ben collegate, l’auto potrebbe diventare quasi superflua, ma se invece desiderate uscire dai sentieri più battuti, occorrerà mettere in conto molto più tempo per spostarsi in autobus.

Valutate anche quanti giorni avete a disposizione per visitare tutto quello che desiderate: un’auto può velocizzare molto le cose se avete poco tempo.

Noi, ad esempio, in una giornata in auto siamo riusciti a inserire Mdina, Rabat, i templi neolitici e le Dingli Cliffs. Incastrare un itinerario del genere sarebbe stato impossibile in autobus.

E infine, avete già guidato a sinistra?

senso di marcia a sinistra per guidare a malta

Per quanto guidare a sinistra possa spaventare, non è nulla di impossibile, anzi!

Forse però, se non ci avete mai provato prima, non è il caso di imparare in alta stagione in mezzo al traffico.

Col traffico, poi, i maltesi si innervosiscono ancora di più e potreste non sentirvi del tutto tranquilli.

Per la guida a sinistra vi rimandiamo alla fine dell’articolo.

Se invece siete ancora convinti di voler noleggiare un’auto, passiamo al paragrafo seguente, scegliamo la compagnia di noleggio.

I nostri consigli per guidare a Malta: Scegliere la compagnia di noleggio

Il primo passo da fare potrebbe essere quello di consultare un broker, ovvero un aggregatore di offerte di noleggio, come ad esempio Rentalcars.

Oltre ad avere spesso delle ottime offerte, Rentalcars vi fornirà una panoramica delle principali compagnie di noleggio disponibili in loco.


Attenzione: Rentalcars propone le compagnie internazionali, se volete invece noleggiare con una compagnia locale, dovrete fare una ricerca mirata su Google. Le compagnie locali sono solitamente più economiche, ma fate attenzione alle coperture assicurative previste.


Dopo aver valutato le offerte di Rentalcars potete confrontare i prezzi con i rispettivi siti per capire se esiste un risparmio oppure no rispetto alla prenotazione col broker.

Fra le compagnie attive a Malta ci sono Budget, Firefly, Europcar, First, Sixt, Avis e tutte hanno un banco di accettazione agli arrivi in aeroporto.

Per tutte le auto noleggiate a Malta è possibile guidare anche a Gozo senza costi aggiuntivi, ma non è vero il contrario.

Fate bene attenzione alle condizioni di noleggio aprendo l’apposta finestra.

Cosa verificare nelle condizioni

Ecco qualche suggerimento sulla valutazione di un preventivo di noleggio.

Il tipo coperture assicurative incluse, ad esempio la CDW

La CDW (Collision Damage Waiver) limita la responsabilità per danni fino alla franchigia.

L’ammontare del deposito e la franchigia prevista

Il deposito è l’ammontare che verrà bloccato sulla carta di credito al ritiro dell’auto, mentre la franchigia è l’ammontare massimo che dovrete pagare in caso di furto o danni.

Politica sul carburante

A volte Rentalcars attira gli acquirenti con un prezzo interessante, peccato che alcune politiche sul carburante potrebbero farvi perdere tutto il risparmio.

Di quale tipo di politica stiamo parlando?

Si chiama: Da pagare al ritiro

Praticamente va pagato il pieno di carburante al ritiro della vettura, che andrà poi riconsegnata possibilmente vuota.

Un pieno di carburante, da pagare a parte oltre il costo del noleggio può arrivare a costare anche 66 euro per un’utilitaria.

Se rimane del carburante nel serbatoio, questo non vi verrà rimborsato alla restituzione del veicolo. Valutate quindi quanti chilometri farete, perché l’isola è piccola e difficilmente riuscirete ad utilizzare tutto il carburante in pochi giorni.

Noi in 5 giorni abbiamo fatto solo 300 km e abbiamo infine restituito l’auto con più di mezzo serbatoio, perdendo di fatto almeno 40€ sul pieno pagato: la benzina non utilizzata non viene rimborsata.

Nelle opzioni pieno/pieno questo non succede.

Valutate anche se vi serve un conducente addizionale, se è incluso o va pagato a parte.

I nostri consigli per guidare a Malta: Scegliere il modello di auto

auto nissan micra guidare a malta

Sapendo quanto siano strette le strade a Malta, noi sicuramente consigliamo di prendere un modello piccolo.

A volte siamo finiti per sbaglio in viette così strette che abbiamo anche grattato lo specchietto, eppure avevamo una piccola Nissan Micra.

Scegliere il tipo di cambio

mani sul volante a destra dell'auto guidare a malta

Anche la scelta del tipo di cambio è importante.

Essendo la guida a sinistra, l’autista si siede sul lato destro dell’auto e deve cambiare le marce con la mano sinistra: per chi guida a sinistra per la prima volta non è affatto semplice.

Io all’inizio tendevo a grattare perché stranamente per inserire la seconda cercavo invece di inserire la retromarcia! Mi capitava solo alle rotatorie, dopo aver decelerato per dare precedenza. Forse qualche automatismo nel mio cervello cozza con questo stile di guida.

Tanto più se poi considerate la presenza di infinite rotatorie, anche sulle strade a scorrimento, semafori uno dopo l’altro, la necessità di fermarsi e ripartire varie volte se non è possibile passare contemporaneamente nei due sensi.

Aggiungiamo i numerosi dossi e i saliscendi, oppure il traffico, che vi richiederanno di cambiare marce in continuazione, sicuramente meglio scegliere un’auto con un cambio automatico se vi è possibile.

Decidere quali coperture assicurative includere nel contratto di noleggio

Molte strade a Malta sono a dir poco sconnesse, piene di buchi e avvallamenti dell’asfalto che vi faranno ballare un po’.

Se poi, come noi, capitate anche sulle mulattiere, pur andando pianissimo, preparatevi a perdere qualche pezzo della vostra auto.

Le strade sommate allo stile di guida frizzante dei maltesi potrebbe giocarvi qualche brutto scherzo.

Per questi e altri motivi noi vi consigliamo di integrare il costo del noleggio con l’importo necessario per ridurre o ancora meglio eliminare la franchigia.

La franchigia può partire da un minimo di 800/1000 euro per una auto piccola per arrivare a una cifra considerevole all’aumentare della categoria.

Ricordiamo che la franchigia è l’importo massimo che dovrete corrispondere al noleggiatore in caso di furto o incidente. Di solito le compagnie di noleggio sono molto generose nel calcolare i danni!

Altra cosa da non sottovalutare, più bassa è la franchigia e minore sarà anche il deposito da lasciare in garanzia tramite carta di credito.

Per diminuire o eliminare la franchigia dovrete aggiungere una certa somma per ogni giorno di noleggio.

In caso di incidente

Nella malaugurata ipotesi di un incidente, vi raccomandiamo di non spostare assolutamente l’auto fino all’arrivo della polizia, oppure la compagnia di noleggio non risponderà dei danni.

Dove si ritira l’auto in aeroporto

Le maggiori compagnie di noleggio internazionali presenti a Malta hanno un banco dedicato all’interno del terminal arrivi dell’aeroporto.

Si trova a sinistra quando uscite dal ritiro bagagli.

Al banco, una volta espletate le formalità, forniti documento di identità e carta di credito a garanzia e firmato il contratto, dovreste ricevere una busta indicante targa e numero del parcheggio.

Insieme alle chiavi vi daranno anche copia dei danni già evidenziati sul veicolo dagli addetti al banco. Andrete quindi a ritirare l’auto indicata da soli.

La zona di ritiro delle auto a noleggio si trova al di fuori dell’aeroporto, proprio in fondo al parcheggio, in un’apposita zona Rental Cars con sbarre.

Se, arrivati all’auto, notate dei danni aggiuntivi a quelli indicati, potete fotografarli e inviare una segnalazione via mail con le foto all’indirizzo che vi indicheranno.

Vi consigliamo di fotografare comunque la vettura.

Al vostro ritorno entrerete direttamente nel parcheggio e gli addetti in loco verificheranno il veicolo e vi faranno firmare la chiusura del noleggio.

rentalcars aeroporto malta

La nostra esperienza con Europcar

Noi abbiamo prenotato il nostro noleggio con la società Europcar.

Inizialmente tramite il sito ufficiale e in seguito tramite il portale Rentalcars (annullando la prima prenotazione) perché aveva un’offerta molto più conveniente!

Dal 24 al 29 dicembre abbiamo pagato 100€ per 5 giorni con le seguenti condizioni:

  • CDW, RCA e protezione furti, tasse aeroportuali incluse
  • Franchigia in caso di danni e furto, e deposito di sicurezza da versare con carta: 800 €
  • Carburante: da pagare al ritiro (la vera fregatura, ma il preventivo su Europcar era comunque superiore)

Attenzione: nei nostri noleggi non facciamo più la Protezione Completa di Rentalcars. Molto meglio stipulare le assicurazioni aggiuntive direttamente col noleggiatore piuttosto che con un broker esterno che poi probabilmente troverà mille scuse per non pagare spese già anticipate.

Integrazioni aggiunte

Arrivati al banco del noleggiatore abbiamo dovuto pagare il pieno di benzina, ben 66€, auto da restituire con serbatoio vuoto (ma certo come no, abbiamo pensato di fare prelevare la benzina a un benzinaio ma come poi?).

Abbiamo anche deciso senza esitazione di stipulare l’assicurazione completa con Europcar per ridurre la franchigia e conseguentemente il deposito.

Questa opzione costa 17 € al giorno, riducendo la franchigia a soli 50€ e diminuendo nel frattempo il deposito a 300 €.

Tale cifra non è però per i danni, ma bensì per eventuali multe e contravvenzioni.

Abbiamo fatto bene oppure no?

Abbiamo più volte ringraziato il fatto di aver stipulato l’assicurazione aggiuntiva.

strada stretta a malta guidare a malta

Non abbiamo per fortuna fatto incidenti, ma già dal primo giorno, guidando normalmente sulle strade di Gozo, ci siamo accorti di aver perso un copricerchio! Chissà dove boh.

A sera ci siamo poi resi conto di aver perso anche un pezzettino di paraurti, di quelli a incastro, evidentemente era caduto.

Il giorno dopo abbiamo invece perfezionato lo specchietto di sinistra già graffiato facendo il muro di una casa in una strada super stretta.

Nient’altro per fortuna, ma preferiamo stare tranquilli per quanto possibile coi noleggi cercando di evitare brutte esperienze e costi aggiuntivi. Meglio 85 € subito piuttosto che 800 € dopo. Ovviamente quando il costo aggiuntivo è accessibile, altrimenti occorre rischiare.

I nostri consigli per guidare a Malta: brevi nozioni sulla guida a sinistra

Anche se inizialmente può sembrare complicato, già al secondo giorno potreste già esservi abituati.

Gli automatismi acquisiti vanno necessariamente cambiati, come il guardare lo specchio retrovisore interno in alto a sinistra invece che a destra, oppure la posizione del cambio.

Fra le cose più difficili c’è però il fatto di considerare che l’estensione dell’auto si trova a sinistra e non più a destra: attenzione a non fare le fiancate delle auto in sosta.

Il senso di marcia

Guidando sul lato sinistro della strada, le rotonde vanno prese al contrario, in senso orario, quindi la prima uscita sarà quella verso sinistra.

Sulle strade a scorrimento veloce, come nei dintorni di Valletta, le uscite indicate vanno prese sulla sinistra, quindi per uscire dovrete rimanere nella corsia più a sinistra.

La corsia di marcia quindi è quella più a sinistra, le auto dovrebbero sorpassarvi a destra, ma non esiteranno a farlo anche da sinistra, quindi state attenti alla corsia da occupare.

Rotatorie e precedenze

Nelle rotatorie ha la precedenza chi è già all’interno e viene da destra, ma non date MAI per scontato che i maltesi vi diano la precedenza.

Verificate sempre se si fermano per farvi passare perché non è affatto automatico, anzi, a volte ci hanno proprio tagliato la strada.

Anche agli stop siate molto prudenti, a volte passa chi è arrivato per primo non importa se ha uno stop o no.

Tenere la sinistra

La cosa più difficile, a parte ricordarsi di tenere la sinistra, è che i maltesi non hanno una concezione chiara del “tenere la sinistra”.

Viste le molte strade a doppio senso senza segnaletica orizzontale e senza striscia di mezzeria, incrociando un’auto in senso opposto è facile che questa rimanga in mezzo alla strada incurante di voi.

Voi dovrete quindi buttarvi sul lato oppure rallentare se non volete fare un frontale. Loro certamente non si sposteranno! Vi faranno sempre il pelo! Rallentate sempre, perché soprattutto in curva tendono a invadere la corsia opposta.

Molto spesso, poi, le strade a doppio senso sono così strette che non consentono il passaggio a due auto in senso opposto contemporaneamente, rallentate sempre.

La strada verso Marsaskala è anche piena di dossi, fate attenzione perché alcuni sono alti.

Limiti di velocità

I limiti di velocità sono chiaramente indicati sulle strade e sono indicati in km e non in miglia.

Possono variare da 50 Km/h in città a 70/80 km/h nelle strade a scorrimento. Qui troverete anche diversi autovelox, adeguate quindi la velocità di conseguenza.

Le strade principali sono in ottimo stato, mentre quelle secondarie non molto.

Cartelli stradali

I cartelli stradali non sono sempre chiari, vi consigliamo di utilizzare un navigatore per girare l’isola.

Noi abbiamo usato Google Maps e ci siamo trovati quasi sempre bene.

Il quasi è perché qualche volta ci ha portato in mulattiere da paura, per fortuna nessuno arrivava in senso opposto, ma in caso di traffico siete rovinati.

Parcheggi

cartello di parcheggio

A Malta ci sono vari tipi di parcheggi:

  • Parcheggi con strisce bianche: parcheggio gratuito e senza limiti
  • Con strisce verdi: riservato ai residenti
  • Strisce blu: a pagamento oppure con disco orario: fate attenzione ai cartelli presenti
  • Doppia striscia gialla: divieto assoluto di parcheggio

All’interno delle mura di Valletta vi sarà impossibile parcheggiare, meglio lasciarla a Floriana oppure a Vittoriosa e poi prendere il battello.

Diciamo che in generale i parcheggi scarseggiano, noi a fine dicembre abbiamo dovuto usare il parcheggio sotterraneo del Centro Commerciale di Sliema per poter lasciare l’auto.

A Marsaskala, dove alloggiavamo, abbiamo verificato di poter disporre di un garage privato.

Penso di aver detto tutto, se avete suggerimenti o domande scrivete pure nei commenti.