Guida alla visita di Antelope Canyon: Lower o Upper?

Guida alla visita di Antelope Canyon: Lower o Upper?

23 Dicembre 2019 22 Di Sara S

Se state esplorando l’Arizona e vi trovate nei pressi di Page, Antelope Canyon è uno spettacolo che non dovete perdervi.

Le pareti di questo incredibile slot canyon, perfettamente levigate da acqua e vento, in tutte le tonalità del rosso e del bordeaux, illuminate solo dalla luce proveniente dall’alto, vi lasceranno assolutamente senza fiato.

Ma come organizzarsi per la visita? E soprattutto, visto che sono due, quale scegliere?

In questa guida alla visita risponderemo a queste e altre domande su Lower e Upper Antelope Canyon.

Vedremo come organizzarsi per visitarlo pianificando al meglio l’itinerario.


Volete sapere anche Come fotografare al meglio Antelope Canyon? Prossimamente online!

Dove si trova Antelope Canyon

Antelope Canyon si trova a circa 6 chilometri a est di Page in Arizona, poco sotto il lago Powell.

Dista circa 2 ore dalla Monument Valley e altrettante dal Grand Canyon e si trova poco distante dal confine con lo Utah.

Si trova anche a poco meno di 3 ore di strada da un’altra meraviglia della zona: il Bryce Canyon.

Inserire la zona di Page nel vostro tour on the road sarà quindi semplice e avrete molte possibilità su come gestire il vostro tour. Di solito viene inserita fra la Monument Valley e il Grand Canyon.

Come la Monument Valley, Antelope Canyon si trova in territorio Navajo e viene amministrato direttamente dalla tribù Navajo.

La Navajo Nation

La Navajo Nation è una Riserva dei nativi americani Navajo.

Occupa un vasto territorio a cavallo fra Arizona, New Mexico e Utah, circa 71 000 kmq.

Questo territorio, estremamente diversificato e spettacolare, include foreste, canyon, deserti e specchi d’acqua.

Sono comprese nella Navajo Nation, infatti, attrazioni come la Monument Valley, Rainbow Bridge National Monument sul lago Powell, il Canyon de Chelly National Monument e una porzione del Grand Canyon.

Se, come noi, siete cresciuti a film western, già solo il nome vi farà emozionare.

Il popolo navajo

Ci siamo sentiti onorati di poter conoscere, seppur superficialmente, questo popolo. Abbiamo cercato occasioni di confronto e conversazione, nonostante la loro diversa cultura e il loro atteggiamento distaccato verso i turisti.

I Navajo sono un popolo che ha tanto sofferto e che ha combattuto per secoli per mantenere il proprio territorio.

Non riesco neanche a spiegare a parole quanto fossimo emozionati e commossi nel mettere piede in questa Nazione nella Nazione.

Riconoscere nei loro visi i tratti tipici visti nei film western, vedere dal vivo il loro patrimonio culturale, è qualcosa che non potete perdervi.

Quello che è più emozionante, è vedere come, nonostante la modernità, questo popolo mantiene le proprie tradizioni, la propria cultura, il proprio territorio, i propri simboli storici.

La Navajo Nation è un vero e proprio “monumento vivente” che speriamo non si perda mai.

E valido il Pass Annuale dei Parchi per visitare Antelope Canyon?

Proprio perché la Navajo Nation è un’entità distinta dal governo degli Stati Uniti d’America, il Pass Annuale non è valido per le attrazioni in territorio Navajo.

Dovrete quindi pagare le visite a parte rispetto al pass.

Inoltre sono possibili solo ed esclusivamente visite guidate da parte dei Navajo.

Quando visitare Antelope Canyon

Gli effetti di luce all’interno del Canyon sono visibili quando i raggi del sole vi entrano.

Ecco perché il periodo migliore per la visita è fra aprile e fine settembre.

L’alta stagione corrisponde ai mesi fra giugno e settembre, quando, a causa della grande affluenza di visitatori, i biglietti possono essere sold out già diversi mesi prima.

Da notare, però, che agosto e settembre sono leggermente più piovosi e in caso di pioggia può essere vietato l’ingresso nel canyon.

I flash flood

Il pericolo di flash flood, ovvero piene d’acqua improvvise nel canyon, è tutt’altro che remoto.

Nel 1997 a causa di una inondazione nel canyon morirono 11 persone.

Il canyon viene quindi solitamente chiuso in caso di pioggia forte e le visite vengono sospese.

Guida alla visita di Antelope Canyon: cos’è uno slot Canyon

Uno slot Canyon è per definizione un canale lungo e stretto, ma profondo e tortuoso le cui pareti di roccia vengono erose e levigate dagli agenti atmosferici. Solitamente si tratta di arenaria e roccia calcarea.

Le forme assunte dalla roccia possono essere le più disparate, mentre i raggi del sole risaltano le tonalità di colore, che variano dall’arancio, al rosso, al bordeaux, all’ocra.

Possiamo dire che è un vero capolavoro della natura.

Antelope Canyon è poi formato da due distinti canyon visitabili a piedi, non collegati fra loro, a circa 7 chilometri di distanza l’uno dall’altro.

Vediamoli ora nel dettaglio.

Upper Antelope Canyon

Cosa poter dire di questo splendido canyon, se non che le rocce assumono la forma di tante onde.

L’Upper, lungo 200 metri, è quello più visitato dei due, per diverse ragioni.

Intanto è proprio qui che in particolari orari della giornata sono visibili i fasci di luce che entrano nel canyon.

Poi è quello più facile da esplorare: l’ingresso al canyon si trova sul piano stradale, non ci sono scalini da salire e scendere. Inoltre è più largo sul fondo, le sue pareti si avvicinano progressivamente al salire di altezza.

Forse è semplicemente quello più famoso.

Sicuramente è quello più affollato! E quando dico affollato, intendo veramente affollato!

È localizzato a sud della Route 98, ma qualunque tour prenotiate, verrete condotti a questo canyon solo sulle Jeep Navajo, sobbalzando lungo un sentiero di sabbia non percorribile dalle auto private.

rocce di diversi colori e forme con fascio di luce

Quali sono gli orari migliori per visitarlo?

I raggi del sole entrano all’interno del canyon nei mesi estivi fra le 11 e le 13.

Non a caso il tour delle 11.30 è quello più gettonato. Infatti durante tutta l’estate l’orario in cui il sole è più verticale varia dalle 11:20 alle 11:30.

Oltre le 14 la luce non è più la stessa e fotograficamente non vale la pena, meglio il Lower allora.

Quali sono le opzioni?

È possibile entrare solo con visite guidate.

Non sono ammessi zaini e borse all’interno. Potete portare una bottiglietta d’acqua.

Sul sito ufficiale dei parchi Navajo trovate gli operatori che organizzano questi tour.

Sono disponibili tour normali e tour fotografici, sia ad Antelope che ad altri slot canyon gestiti dai Navajo.

rocce di diversi colori e forme

Tour Sightseer

Prendendo parte a questo tour avrete la scelta fra gli orari “Prime Time”, quelli coi fasci di luce, e gli altri orari meno costosi. Il tour dura 90 minuti, compreso il trasporto da/per il luogo di partenza.

Cavalletti, monopiedi, e bastoni per selfie sono vietati in questo tour.

Essendo però Upper molto profondo e anche abbastanza buio, non ho idea delle foto che potreste ricavarne, vista la ressa che c’è sempre all’interno.

Se volete fare belle fotografie ma non volete investire nel Tour Photographer, io personalmente vi consiglio di optare per il Lower Antelope Canyon, fotografabile anche senza cavalletto, o potreste rimanere molto delusi.

Tour Photographer

Potete prendere parte a questo tour, condotto da un fotografo esperto, solo se siete in possesso di una Reflex o Mirrorless e di un cavalletto. Chi è senza l’attrezzatura non verrà ammesso. I partecipanti sono in numero ridotto rispetto al tour normale.

Sicuramente ha un costo importante, ma se volete fare delle belle foto, sarà necessario.

La guida Navajo può aiutarvi a settare la fotocamera, vi indicherà dove è meglio posizionare il cavalletto, vi suggerirà altri punti di vista e angolazioni.

Ma quello che è più importante, farà in modo di bloccare per qualche minuto il “traffico” nella vostra zona di canyon per permettervi di scattare senza passanti. Questo non è assolutamente scontato.

Vi conviene avere una certa dimestichezza con la vostra fotocamera però, perché avrete solo un paio di minuti per scattare da ogni inquadratura. Il tour dura 2 ore, ma passeranno molto in fretta.

Ultime notizie: sembra che nel 2020 alcuni operatori elimineranno questo tipo di tour, verificate sui rispettivi siti.

Tour notturni

Sono disponibili anche dei tour per fotografare il cielo stellato dall’interno del Canyon, dev’essere spettacolare ma noi non abbiamo provato.

È necessario prenotare?

Assolutamente sì, la prenotazione è necessaria per molti operatori, solo raccomandata per altri, ma in alta stagione, come luglio e agosto, è necessario farla anche con molti mesi di anticipo.

Noi abbiamo prenotato il Tour Fotografico con Antelope Canyon Tour per la fine di giugno ben 6 mesi prima.

Attenzione

Verificate bene le indicazioni riportate sulla vostra conferma di prenotazione. Solitamente è necessario arrivare presso gli uffici dell’operatore con 40/50 minuti di anticipo. Ci sono toilette solo presso gli uffici.

La Navajo Nation è un’ora avanti rispetto all’Arizona: quando a Page sono le 9 ad Antelope sono le 10.

Verificate quale fuso orario indica la vostra prenotazione, se l’Arizona Time oppure il Navajo Time.

Non fate affidamento ai cellulari, anche loro saranno un po’ in confusione.

Lower Antelope Canyon

Fino a qualche anno fa sconosciuto ai turisti, sta ora guadagnando popolarità.

Considerato spesso una scelta di serie B, secondo noi non lo è affatto.

A differenza dell’Upper, qui il canyon è meno profondo e non arrivano raggi di luce, ma lo spettacolo di colori che vi si presenterà ha pochi eguali.

Lower è più luminoso rispetto ad Upper, entra più luce nonostante sia molto più stretto alla base e gli archi scolpiti dal vento e dall’acqua sono pazzeschi.

L’accesso al Lower non è però semplice come l’Upper: si scende dapprima una ripida scalinata, ci sono poi altre scale e alcuni passaggi in cui sta a malapena un piede, quindi non è per chi ha mobilità ridotta, ma vale assolutamente la pena. Direi anzi che è anche più divertente!

Il percorso è di 400 m one-way.

Noi abbiamo trovato il Lower più interessante per quanto riguarda le meravigliose sfumature di colore. Qui è possibile distinguere i colori e nonostante la mancanza di un cavalletto qui è possibile fare delle foto assolutamente mozzafiato.

rocce di diversi colori

L’accesso al Lower si trova a nord della Route 98, in corrispondenza degli uffici degli operatori, che in questo caso sono solo 2: Ken’s Tour e Dixie Ellis.

Potete raggiungere gli uffici con la vostra auto, da cui il Lower dista solo una decina di minuti di cammino.

rocce di diversi colori e forme

Quali sono gli orari migliori per visitarlo?

Anche in questo caso, il canyon dà il meglio di sé al mattino, ma anche nel primo pomeriggio i colori sono belli.

In questo caso è meglio se i raggi solari sono più obliqui, in modo da illuminare meglio le pareti del canyon per valorizzarne i colori.

Può quindi essere visitato prima o dopo Upper.

rocce di diversi colori e forme

Quali sono le opzioni?

General/Hiking Tour

In base all’operatore, questo tour dura circa 1 ora/90 minuti e ci sono tour ogni 30 minuti.

Ogni gruppo viene preceduto dalla guida

Cavalletti e monopiedi sono vietati, come anche borse e zaini.

Deluxe Tour (Ken’s)

Questo tipo di tour ha la stessa durata del precedente ma è limitato nel numero di partecipanti per un’esperienza personalizzata.

rocce di diversi colori e forme

È necessario prenotare?

Lo confesso, noi non abbiamo prenotato.

Ci siamo presentati da Ken’s Tour direttamente al nostro arrivo dalla Monument Valley alle 13.50 e alle 14.00 eravamo dentro.

Era fine giugno, ma di qualche anno fa.

Il Lower, pur essendo meno gettonato, va sicuramente prenotato in alta stagione. Ma io direi di prenotarlo anche se non avete voglia o tempo di fare fila e magari avete i programmi un po’ tirati.

Del resto con le bellezze di Page è difficile non esserlo!

rocce di diversi colori e forme

Quindi, in conclusione, Lower o Upper?

Sicuramente vi siete già fatti un’idea delle differenze fra i due.

Sì perché sono diversi, uno non esclude l’altro, ma se è necessario scegliere dovete valutare il vostro budget, il tempo a disposizione e cosa vi attira maggiormente.

Ricapitolando, l’Upper è famoso per i fasci di luce al suo interno, ma se non prenotate il Prime Time credo abbia poco senso.

Se inoltre vi interessa fare delle belle foto, all’interno dell’Upper senza un tour fotografico sarà più difficile ottenere delle belle immagini a causa della poca luminosità.

In compenso è più facilmente accessibile, e se da un lato è un vantaggio, dall’altro questo lo rende molto affollato.

Il Lower non ha fasci di luce ma, essendo meno profondo, è illuminato maggiormente e i colori sono più vari. Questo vi permette di ottenere bellissime foto anche senza un cavalletto.

Purtroppo l’accesso non è facilissimo e per questo rimane meno gettonato.

Come vestirsi per visitare Antelope Canyon

rocce di diversi colori e forme con donna

Per entrambi i tour sono raccomandate scarpe chiuse, ma in particolare per il Lower sarete più tranquilli con degli scarponcini da trekking perché il percorso è talvolta accidentato.

Abbigliamento comodo, magari un foulard per proteggersi naso e bocca dalla sabbia, soprattutto durante il tragitto verso Upper e in caso di vento.

Un marsupio potrebbe fare al caso vostro dove sono vietate le borse

Non dimenticate un cappello, dell’acqua, protezione solare e degli occhiali da sole, necessari tutto l’anno per proteggersi dal riverbero del deserto.

Vestitevi a strati, soprattutto nei mesi più freddi, la temperatura può scendere notevolmente.

Accorgimenti per l’attrezzatura fotografica

Dotarvi di una protezione per la macchina fotografica non è una cattiva idea.

Soprattutto nell’Upper, la sabbia in sospensione è tantissima e se non avete una macchina tropicalizzata può essere dannoso. Potete anche prevedere un filtro UV per evitare di pompare sabbia nell’obiettivo se avete uno zoom.

Anche per questo motivo in caso di reflex/mirrorless è sconsigliato cambiare obiettivo all’interno del canyon.

E mi raccomando, non strofinate la lente frontale senza prima aver soffiato via i granelli di polvere!

E se non trovate posto?

Ci sono altri slot canyon nelle vicinanze, fra cui Secret Canyon, Water Holes Canyon, Upper Kaibito Creek e Canyon X.

Canyon X

La mia amica Denise è stata qui, è molto simile ad Antelope, e le è piaciuto molto, alla metà del prezzo!

Sicuramente può essere un’opzione similare. Dopotutto le rocce sono le stesse, ma noterete la differenza di folla.

L’operatore che tratta Canyon X è Taadidiin Tours.

Vediamo le opzioni per la visita.

Hiking Tour

Dura 90 minuti, cavalletti, monopiedi, borse non sono ammessi.

Photography Tour

Questo tour dura 3 ore, cavalletto e borsa fotografica sono ammessi e non è necessario avere una reflex.

Ma leggiamo direttamente il racconto di Denise sulla sua esperienza del Photography Tour a Canyon X.

Denise racconta

Oggi [inizio luglio] siamo fortunatissimi perché siamo gli unici partecipanti al tour fotografico prenotato un mese prima.

Insieme alla guida prendiamo la jeep e in circa 5 minuti arriviamo al canyon. Lì c’è un tendone con alcune panche e dei frigo portatili con dell’acqua a disposizione.

Facciamo una breve discesa e siamo all’ingresso del primo canyon: abbastanza corto ma carino. Qui la guida ci lascia entrare da soli, lasciandoci piena libertà di muoverci avanti e indietro come vogliamo senza limiti di tempo, lui ci aspetta all’ingresso del canyon.

Ci dà poi anche qualche consiglio fotografico, ci mostra i suoi punti preferiti e si offre di fotografarci insieme.

Quando siamo soddisfatti ci spostiamo nel secondo canyon: un po’ più lungo, anche qui possiamo muoverci come vogliamo.

In alcuni punti è molto particolare, ad esempio in un tratto sembra di essere in una grotta.

Quando arriva un altro gruppo ci avvisa chiedendoci se possono passare: noi abbiamo la precedenza.

Il gruppo, non fotografico, si compone di una decina di persone: neanche loro vengono incalzati dal tempo e possono esplorare liberamente il canyon.

Attendiamo all’interno le 11.30, quando compariranno i fasci di luce. Anche in questo caso ci mostra i suoi punti preferiti e lancia la sabbia in aria per farla colpire dalla luce permettendoci di scattare foto a nostro piacimento.

In conclusione

Come conformazione il Canyon X è sicuramente meno spettacolare del lower e più breve.

Il suo vantaggio però sono i fasci di luce visibili e una piena libertà, di movimento e di tempistiche, cosa non scontata negli slot canyon. 

Cosa fare nei dintorni

Horseshoe Bend

Talmente gettonato che recentemente hanno dovuto costruire un nuovo parcheggio!

Horseshoe Bend non può mancare nella vostra pianificazione, è semplicemente splendido!

fiume forma ansa rocciosa

Lake Powell

Potete ammirare questo lago artificiale dall’alto oppure cercare spiagge e calette selvagge.

Prendendo parte a un tour sul lago potete anche visitare il Rainbow Bridge National Monument, un enorme arco di pietra rosa/ocra alto ben 83 metri.

Purtroppo da qualche anno, a causa dell’abbassamento del livello del lago, è necessario raggiungerlo a piedi dalla riva.

lago con vegetazione e montagne

Navajo Bridge

Sia lo storico ponte sul fiume Colorado, costruito nel 1929, ora pedonale, che quello nuovo sono attualmente visibili.

doppio ponte su un fiume con montagne sul fondo

Come inserire la visita di Page nel proprio tour

Noi abbiamo incastrato questa tappa nel nostro on the road dedicando alla zona 2 mezze giornate.

Arrivati dalla Monument Valley, abbiamo visitato direttamente Lower Antelope Canyon alle 14.00. Alle 16.00 eravamo sul ciglio di Horseshoe Bend, cena, lavaggio panni e pernotto in loco.

Al mattino dopo avevamo appuntamento per il tour fotografico delle 11 a Upper Antelope Canyon. Se ci fossimo svegliati presto avremmo potuto fare un salto mattutino nuovamente a Horseshoe Bend.

Ripartiti dopo il tour abbiamo fatto in tempo ad ammirare il Lago Powell dall’alto, dalla Wahweap Marina, cercando poi di seguirne le rive per un tratto.

Abbiamo poi visitato il Navajo Bridge e siamo ripartiti in tempo per goderci il tramonto dai viewpoint del Grand Canyon.

Dove dormire

Nella vicina Page avrete varie possibilità di alloggio per tutte le tasche.

Noi abbiamo prenotato su Booking il Quality Inn View.

Il prezzo era interessante, la colazione abbondante e variegata, la sala colazioni ampia.

Purtroppo la struttura è datata, come anche le camere. Lenzuola e bagno erano puliti, ma la moquette macchiata e le tende polverose non erano il massimo.

In compenso la vista sulla diga e sul Lake Powell è davvero bella, il parcheggio comodo e la piscina molto piacevole per rinfrescarsi a fine giornata. Un buon rapporto qualità prezzo.

Dove mangiare

Anche in questo caso avrete l’imbarazzo della scelta.

Noi siamo stati al Big John’s Texas BBQ, caratteristico ma molto spartano.

Il BBQ era fatto abbastanza bene, la carne era buona ma non ci sono alternative per chi non ne mangia. Probabilmente c’è di meglio.

Abbiamo anche provato un ristorante Thai per dare tregua allo stomaco: il Dara Thai Express.

Si trova in posizione infelice all’interno del parcheggio di un centro commerciale, che da fuori sembra un fast food o una mensa. Le opinioni su internet sono contrastanti, ma in realtà il nostro Pad Thai si è rivelato squisito, sapori autentici. Compreso nel prezzo anche l’accesso al salad bar!

La nostra visita ad Antelope Canyon: il nostro Lower

Sapendo che il Lower fosse ancora poco frequentato non ci aspettavamo niente, a differenza dell’Upper previsto per l’indomani.

Questi sono i casi in cui la realtà supera le aspettative.

Seguiamo la guida Navajo per 10 minuti a piedi sotto il sole cocente per arrivare alla scaletta di accesso, molto ripida, in discesa.

Si scende con molta calma ma noi ci affrettiamo per essere vicini alla guida e avere così campo libero di fronte a noi e alle nostre attrezzature foto/video.

Siamo sollevati quando ci rendiamo conto che qui il cavalletto non serve, la luce è ottima e anche a ISO bassi la nitidezza è accettabile. Nel nostro tour infatti non è permesso.

rocce di diversi colori e forme

Colori e forme

Siamo estasiati di fronte alla magia di luci e colori che vediamo e ancora di più di fronte allo schermo della mia reflex che rivela colori ad occhio non visibili nella loro intera gamma tonale.

Ad ogni curva ci sono colori diversi, la magia di questo slot canyon è davvero unica! Siamo ipnotizzati dalle forme delle rocce e dalla loro levigatezza, per fortuna la guida Navajo prosegue con calma, lasciandoci tempo di fotografare.

rocce di diversi colori e forme

Incontriamo un gruppo del tour fotografico che prende scatti col cavalletto. Seppur utile, ritengo che in questo canyon non sia indispensabile, almeno a quest’ora del giorno.

rocce di diversi colori e forme

Attraverso passaggi stretti e scalini proseguiamo nel canyon sempre più a bocca aperta.

Le sfumature delle rocce sono pazzesche, l’armonia dei colori, il contrasto delle rocce rosse contro il cielo azzurro, è tutto meraviglioso.

rocce di diversi colori e forme con cielo

Purtroppo arriviamo troppo in fretta dall’altra parte ed è ora di risalire, ma le immagini mentali rimangono vivide, e domani ci aspetta anche l’Upper, chi avrà la meglio? 

La nostra visita ad Antelope Canyon: il nostro Upper

Arriviamo puntuali all’appuntamento presso gli uffici di Antelope Canyon Tour per il tour fotografico delle 11.30 che durerà circa 2h40.

È uno degli appuntamenti più attesi di questo viaggio, prenotato da mesi sul loro sito internet e tutto si svolge secondo i piani.

Siamo in 7 e veniamo caricati su un furgoncino aperto per la corsa verso la nostra destinazione.

Siamo attrezzati di turbante quindi riusciamo a non respirare la tanta sabbia e polvere sollevata dal furgone e proteggiamo la preziosa attrezzatura in buste di plastica sigillate.

La nostra guida è una simpatica Navajo ben piazzata, che ci fa scendere vicino all’ingresso del Canyon. Entriamo e ci indica dove possiamo posizionare i cavalletti e si coordina anche con gli altri gruppi affinché non passi nessuno mentre stiamo scattando, ma è un po’ troppo veloce! 

Siamo in 3 fotografi dotati di cavalletto e riusciamo a giostrarci bene lo spazio ristretto che c’è. Purtroppo mi occorre qualche minuto per settare la macchina in maniera ottimale per la luce (davvero poca) che c’è qui, quindi perdo i primi 2 punti di vista, pazienza.

Recupero in fretta il tempo perduto e a questo punto sono lanciatissima!

I fasci di luce

La Navajo lancia in aria la sabbia per evidenziare i favolosi fasci di luce all’interno del canyon e ci lascia non più di un paio di minuti per scattare.

È tutto giusto al pelo perché comunque trovo che solo tempi di scatto lunghi diano buoni risultati qui sotto e a causa del poco tempo ho solo 1 massimo 2 tentativi per punto di vista. Inoltre usare lo scatto flessibile è indispensabile per evitare il micromosso e questo toglie immediatezza all’azione.

rocce di diversi colori e forme con fascio di luce

Lo troviamo molto più buio del Lower e siamo contenti della nostra scelta di fare qui il tour fotografico, perché senza cavalletto sarebbe stata molto dura tirare fuori immagini decenti.

L’interno è davvero molto affollato, lo spazio per scattare è appena sufficiente e il tempo non basta mai.

Alcuni punti del canyon sono illuminati dai fasci di luce, ma dove non ci sono il buio è forte. I colori delle rocce infatti si vedono solo nelle zone illuminate, il resto è quasi monocolore. 

rocce di diversi colori e forme

Il percorso nel canyon

La mia reflex è protetta in un sacchetto di plastica col lato aperto verso l’obiettivo, ma ad ogni spostamento lo copro anche col tappo perché la sabbia in sospensione è davvero micidiale e si attacca subito sulla lente! 

Ancora mi vedo uno del mio gruppo, un tedesco, che alla fine faceva scattare dalla Navajo perché gli venivano le foto tutte scure e quasi nere e non capiva il perché. Ad un certo punto guarda l’obiettivo, forse lo trova sporco, si tira su un pezzo di maglietta sudata e la strofina energicamente sulla lente! Non vi dico i brividi.

Io e mio marito abbiamo ancora la pelle d’oca e i peli ritti a ricordare il suono che abbiamo sentito in quel momento: abrasione pura! Una grattugia per lenti!

Proseguiamo nello slot canyon, usciamo dall’altra parte, facciamo 10 minuti di pausa in cui la Navajo racconta del canyon e poi si rifà il percorso in senso opposto, folla permettendo. A questo giro si privilegiano forme e colori, ma a parte i fasci di luce, qui i colori sono meno forti secondo noi!

rocce di diversi colori e forme con cielo

Le conclusioni?

Insomma Upper o Lower? Sono due cose diverse, ma l’Upper senza i fasci di luce secondo noi non rende. 

Quando sbuchiamo nuovamente da dove siamo entrati, io sono come in trance, saliamo sul camioncino, sono già passate 2h40, la nostra visita tanto attesa è già finita, ma i colori di questi canyon rimangono incisi come sul marmo davanti ai miei occhi. Un vero spettacolo della natura!

E voi avete visitato Antelope Canyon? Vi è piaciuto di più Upper o Lower?

Diteci tutto nei commenti!

Tranne Canyon X, tutte le foto dell’articolo sono di proprietà esclusiva di Viaggi da Fotografare, è vietata la riproduzione e la copia senza autorizzazione.