Cosa vedere a Gozo, le attrazioni da non perdere

Cosa vedere a Gozo, le attrazioni da non perdere

29 Giugno 2020 0 Di Sara S

Decisamente meno famosa della sua vicina Malta, Gozo si rivela un’oasi di pace e tranquillità per chi ha voglia di dedicargli un po’ di tempo. Ma cosa vedere a Gozo?

Venite con noi a scoprire le attrazioni da non perdere di questa isola così raccolta ma allo stesso tempo ricca di tesori e meraviglie.


Vedi anche: Cosa mangiare a Malta: viaggio nello street food maltese

Parliamo di Gozo

3 volte più piccola di Malta, coi suoi 31 000 abitanti, Gozo affascina ogni visitatore proprio per la tranquillità che vi si respira.

Belle spiagge, ma anche fertili vallate, panorami sul mare e una vegetazione molto variegata di oleandri e bungavillee, tutto a Gozo vi incanterà.

Che dire anche dei borghi d’altri tempi, di magnifiche chiese, scogliere mozzafiato e un’infinità di attività all’aperto: arrampicata, kayak, immersioni solo per citarne alcune.

Vediamo nel dettaglio cosa vedere a Gozo, mentre in un prossimo articolo vi daremo qualche dritta per costruire il vostro itinerario di visita.

colline verdeggianti affacciate sul mare Cosa vedere a Gozo

Cosa vedere a Gozo: Victoria e la cittadella

Capitale di Gozo, Victoria colpisce per la sua vivacità, ma anche per il magnifico panorama che si gode dalla sua Cittadella arroccata a 140 m di altitudine.

Il centro storico, soprattutto pedonale, è molto piacevole da esplorare, fra i suoi dedali di stradine e portoni rossi.

Non mancano negozietti per lo shopping ma anche posticini economici in cui assaggiare le specialità maltesi di street food, come ftira o pastizzi.

Victoria è chiamata anche Rabat e si trova proprio al centro di Gozo, è il punto di collegamento fra le varie zone dell’isola quindi non potrete non passarci almeno una volta.

La Cittadella

La Cittadella, o Gran Castello, è davvero qualcosa di imperdibile.

Salendo verso il suo ingresso, ristrutturato di recente, ci si trova di fronte alla Cattedrale dell’Assunzione, visitabile a pagamento.

Da qui è poi possibile sciamare per le sue viette fino ad arrivare alle possenti mura, che offrono una vista stupenda sulla campagna circostante.

La Cittadella comprende anche alcuni interessanti musei.


Vedi anche: Visita a Victoria e la sua Cittadella, Gozo

Cosa vedere a Gozo cittadella con raggi del sole

Cosa vedere a Gozo: Marsalforn e le sue saline

Sebbene sia una rinomata destinazione balneare, non possiamo dire che la sua spiaggia sia eccezionale.

Al contrario, siamo rimasti estasiati dalle sue saline poco distanti.

Sembra che tali saline risalgano addirittura all’epoca romana.

La loro posizione è pressoché perfetta: vasche piatte naturali formate da una roccia calcarea molto friabile e bucherellata da cui l’acqua evapora lentamente lasciando sul fondo scintillanti cristalli di sale.

Le saline si estendono per ben 3 chilometri e sono percorribili tramite una comoda strada.

La veduta d’insieme che si gode dall’estremità della baia è magnifica e abbraccia l’intero sito con queste finestrelle azzurre una dopo l’altra.

Cosa vedere a Gozo visione d'insieme delle saline

Il momento migliore per immortalarle è sicuramente il tramonto, quando la luce crea una magia di colori davvero spettacolare.

Il sale viene raccolto da maggio a settembre e venduto direttamente in loco nella stagione giusta.

Quando siamo andati noi il vento era fortissimo e il mare impetuoso, ma non ha influenzato il nostro giudizio assolutamente positivo.

Nelle giornate di bel tempo, poi, non perdetevi la spiaggetta di Wied Il-Ghasri, poco distante, ottima per nuoto e snorkeling, accessibile tramite le scale scavate nella roccia.

Cosa vedere a Gozo saline viste dalla strada

Cosa vedere a Gozo: le scogliere Ta Cenc cliffs

Se c’è un punto di Gozo che noi abbiamo apprezzato particolarmente è questo.

Siamo arrivati qui a fine tour, abbiamo parcheggiato l’auto nel punto indicato dalla freccia e ci siamo incamminati verso la scogliera.

Qui non abbiamo potuto fare altro che sederci sul ciglio della falesia direttamente a picco sul mare per ammirare lo spettacolo del tramonto in uno scenario di grandiosità davvero incredibile.

Il punto migliore in cui ammirare il tramonto è proprio il Ta Cenc Cliffs sunset point che vedete cliccando.

Se non riuscite ad arrivare allo sterrato del parcheggio provate a chiedere alla gente del posto che saprà indicarvi la strada.

Se, come noi, rimanete qui oltre il tramonto, per ammirare lo spettacolo dei colori che cambiano minuto dopo minuto, non dimenticate di portarvi una torcia e identificate bene il sentiero di ritorno perché è tutto assolutamente buio e potreste perdervi.

Cosa vedere a Gozo tramonto sulla scogliera

Cosa vedere a Gozo: la basilica Ta’Pinu

Possiamo definirla a tutti gli effetti “una cattedrale nel deserto”!

Questa basilica, costruita proprio nel nulla a breve distanza da Gharb, è l’ideale per le vostre foto, ma è anche un vero capolavoro architettonico.

Costruita intorno al 1920, si tratta di un importante sito di pellegrinaggio per i maltesi, che si rivolgono a Nostra Signora di Pinu per ricevere guarigioni miracolose.

Molte di queste sono testimoniate proprio all’interno.

Neoromanica con un campanile all’italiana, colpisce prima di tutto l’esterno così imponente, soprattutto in prossimità dell’ora del tramonto. Sì perché la particolare pietra usata, la globigerina color miele, al tramonto si accende di riflessi caldi e sembra quasi brillare di luce propria.

Cosa vedere a Gozo mosaici con chiesa dietro

Nella spianata antistante l’ingresso, su entrambi i lati, stupendi mosaici con tessere brillantinate illustrano alcuni episodi della vita di Gesù, mentre l’interno così raffinato e luminoso ricorda l’arte musulmana.

Baldacchino in marmo, mosaici, vetrate… tutto concorre a una sensazione di insieme di vera bellezza.

Naturalmente si può entrare solo in abiti consoni.

Cosa vedere a Gozo: le spiagge

Non si può non iniziare dalla splendida Ramla Bay dalla sabbia rossa.

Si tratta di una spiaggia attrezzata, mentre l’ingresso in acqua è graduale.

Da non perdere anche il panorama della spiaggia dalla Calypso Cave, in altezza rispetto al livello del mare.

San Blas Bay, oltre Nadur, è un’altra spiaggia da non perdere se avete tempo, ma raggiungerla non è agevolissimo e inoltre non dispone di alcun servizio. Obbligatorio portarsi il picnic

Cosa vedere a Gozo: i templi megalitici di Ggantija

Ed ecco a voi i più grandi templi megalitici dell’arcipelago di Malta.

Oltre ad essere i più grandi, sono anche i più antichi, datati fra il 3600 e il 3000 a.C., quindi più antichi anche delle piramidi e di Stonehenge.

Questo complesso si trova a Xaghra, a est di Victoria ed è un sito Patrimonio dell’Umanità Unesco. Il suo Visitor Center in stile moderno introduce ottimamente alla visita del sito.

Con delle mura alte più di 6 metri e una lunghezza complessiva oltre i 40 metri, questo complesso è davvero massiccio.

Il suo megalite principale pesa ben 57 tonnellate: ancora non ci si spiega come questi templi possano esser stati costruiti.

templi neolitici

Cosa vedere a Gozo: Nadur e i mulini a vento

Una passeggiata di un’oretta nel centro storico di Nadur è stato un diversivo simpatico.

Se poi la visitate di mercoledì mattina potrete assistere anche al mercato cittadino.

Nadur può vantare una chiesa riccamente decorata e un piccolo Museo Marittimo.

Cosa vedere a Gozo mulino a vento

I mulini a vento

A poca distanza da Nadur, poi, non perdetevi i Qala Windmill, mulini a vento risalenti al XIX secolo e funzionanti fino agli anni ’70. Si vedono dalla strada, noi non siamo riusciti ad avvicinarci di più.

In alternativa valutate il mulino vicino a Ggantija: il Ta’Kola Windmill.

Eretto nel 1725, fu fatto costruire dai cavalieri per la produzione di farina ed è uno dei pochi giunti fino a noi in buono stato.

Ospita un museo dedicato alla vita tradizionale contadina ed è possibile vederne il meccanismo all’interno.

Intorno al 1880 Gozo poteva vantare ben 15 mulini, molti di essi costruiti direttamente dalla popolazione perché quelli dei cavalieri venivano loro affittati in regime di monopolio.

Purtroppo in breve tempo vennero abbandonati, ma sono sempre affascinanti.

Cosa vedere a Gozo: Dwejra e le sue bellezze sottomarine

Sebbene la famosissima Azure Window sia crollata nel 2017, la zona rimane una destinazione molto interessante.

All’ingresso della baia troverete la famosa Fungus Rock, in onore di un fungo scoperto dai Cavallieri che pareva avere eccezionali proprietà curative su svariati tipi di disturbi e malattie.

Passando ai piedi della Dwejra Tower, arriverete alla Dwejra Bay, una stupenda ansa affacciata sul mare che risulta essere stata generata dal crollo di una caverna.

A poca distanza anche Inland Sea, una sorta di laghetto collegato al mare da un tunnel sotto la falesia: certamente impressionante.

Sempre in zona si trova il Blue Hole, famoso per le immersioni subacquee, adatte in ogni periodo dell’anno grazie alla temperatura mite dell’arcipelago.

Altri punti rinomati per i divers sembrano essere: Reqqa Point, Crocodile Rock e San Dimitri Point.

E per chi adora il trekking?

Se poi siete appassionati di trekking, non potete assolutamente perdervi il famoso “Gozo Coastal Walk”, un itinerario circolare che percorre l’intera isola in circa 50 km.

Trovate tutte le informazioni sul sito Visitgozo.

Prevedete scarpe da trekking adeguate perché molti tratti sono accidentati. Magari evitate i mesi più caldi perché l’assenza di ombra si farebbe sentire.

colline verdeggianti affacciate sul mare

Insomma, sicuramente Gozo ha tanto da offrire ai suoi visitatori, vale quindi la pena trascorrervi almeno un paio di giorni.

Che ne dite, vi ho fatto venire voglia?